Reference Laboratory Looking Ahead in Pro Audio
Reference Laboratory - Il Messaggero Umbria articolo su Umbria Jazz 12


Calde note in salsa ipertecnologica
di Fabio Nucci

Da Il Messaggero Umbria -  10 Luglio 12 


[ indietro ]
 

www.umbriajazz.itwww.ilmessaggero.it...
UMBRIA - Speciale

Calde note in salsa ipertecnologica

Per la prima volta in Italia il sistema audio da 85mila watt. Luci e palco modello Sting

               di Fabio Nucci

Il pannello che disegna una radio anni 80 sul palco annuncia il concerto della sera, il Radio music society tour di Esperanza Spalding. Sul main stage di Umbria Jazz, con la musica va in onda la tecnologia e il suono di un sistema audio, Energy 15, utilizzato per la prima volta in Italia. Tra i punti fermi del festival, il direttore Carlo Pagnotta pone la qualità audio-luci, al Santa Giuliana come ai Carducci o in piazza IV Novembre. Un aspetto che da anni tira in ballo Reference Laboratory di Angelo Tordini (foto a sinistra). 

Angelo Tordini (Fondatore e CEO di Reference Laboratory)Batte all'arena il cuore pulsante del suono Uj che contende a Montreux il titolo di festival più tecnologico. "Sono gli unici che vantano un ufficio di produzione tecnica - spiega Tordini - ma ci vogliono anche gli uomini giusti che sappiano interpretare al meglio, ad esempio,la tecnologia del cavo". Perché un sistema da migliaia di watt andrebbe sprecato, non fosse per i circa 2 chilometri di cavi che si intrecciano sopra e sotto il palco. Stesi lungo il palco, arrampicati fin sopra la copertura, nascosti nel retro, "hanno la loro dignità, sono un nodo decisivo". Il cablaggio Reference consente ad esempio di isolare la power box che dalla centrale elettrica smista l'energia per gestire audio e luci. "Viene annullata la distorsione causata dall'elettricità ma il nostro cavo mantiene fedele l'audio non disperdendo le frequenze alte", spiega Tordini. 

Il lavoro inizia a maggio con l'elaborazione dei progetti audio ("ogni artista ha il suo layout del palco") e durante il festival, la vita all'Arena comincia alle 7: tutti a raccolta per i concerti della serata, tarando il tutto sul massimo che serve. Ieri sera, ad esempio, il riferimento era la mini big band della Spalding, in scena dopo il quartetto Scofield. Per l'intero festival, la stella polare è tuttavia Sting, annunciato con una squadra di tecnici che analizzeranno ogni metro quadrato della platea. "Il segreto è riprodurre quanto accade sul palco in modo appropriato", spiega Tordini. "Il pubblico non si scalda se il suono non lo avvolge". Per farlo, ecco il sistema Energia (line array Adamson) che sviluppa 85mila watt "da sfruttare in dinamica non in volume. Le due componenti sono appese, nascoste ai lati del palco: non semplici altoparlanti anche se sfruttano l'idea dei diffusori sovrapposti delle chiese. "Qui c'è anche tecnologia meccanica, con due motori per orientarli e coprire al meglio la platea". Con il doppio sub woofer alla base, che evita ogni ritorno sul palco che non siano le spie dei musicisti, i diffusori side, front e lip field, il suono arriva con la stessa intensità e dinamica sia stando in gradinata che seduto in prima fila. A prova di labirinto e di dettaglio.

 

Foto da www.facebook.com/Umbria Jazz ®
leggi l'articolo in formato originale
Calde note in salsa ipertecnologica (Il Messagero Umbria 10/07/12)
Esperanza Spalding opening @ Umbria Jazz 12
(9 July - Arena Santa Giuliana) 
 

 





[ Indietro ]

S E G U I C I

Seguici su FACEBOOK Seguici su TWITTER Seguici su YOUTUBE Seguici su FLICKR Seguici su VIMEO

Spotlight


Distribuzioni

Audix microphones
Source Audio
Morpheus efx
Soundsphere
Sabra-Som
Amphenol connectors

Fiere & Eventi
workshop

24 gennaio 2014:
MUSIC SHOP Viterbo
Via della Palazzina 109
Viterbo
Dalle 15:30 alle 19:00

fiere

26 marzo 2017:
Custom Shop Milano
Palazzo delle Stelline
Corso Magenta
Milano
STAND 212-2013




©2012 - Reference Laboratory s.r.l. - P.I./V.A.T. 04762861005
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.